/Hatelit - Corso Agnelli dopo 4 anni.

punto elenco TIPOLOGIA DI INTERVENTO /rinforzo di conglomerati bituminosi su sottofondo in lastre di
                                                         calcestruzzo.
punto elenco LOCALITA' /Torino(TO).

linea verde

image5495
luglio 2009
image54511luglio 2009

Foto 1-2: il tratto di strada rinforzato con Hatelit


Nei mesi di Giugno-Luglio 2005 veniva realizzata a Torino l’applicazione di geogriglie Hatelit per il rinforzo dei conglomerati bituminosi di Corso Agnelli, durante i lavori di sistemazione dei percorsi Olimpici in vista degli imminenti Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.

Il report relativo a tale intervento è raggiungibile a questo link.

L’applicazione rappresentava una sorta di sperimentazione che la Città di Torino intendeva condurre in una particolare e problematica situazione progettuale: il sottofondo di Corso Agnelli, nel tratto compreso tra Corso Cosenza e Via Settembrini, è infatti costituito da quadroni di calcestruzzo di vecchissima data, con giunti irregolari e molto ampi (in molti casi superiori ai 2-2,5 cm) che ovviamente si ripercuotono fortemente nella sovrastante pavimentazione bituminosa.
La decisione è stata, all’epoca, quella di posare le geogriglie Hatelit nel tratto tra Corso Cosenza e Corso Tazzoli, mentre il tratto tra Corso Tazzoli e Via Settembrini sarebbe stato ripavimentato con le stesse identiche modalità esecutive ma senza l’inserimento nella stratigrafia delle geogriglie di rinforzo dei conglomerati bituminosi.
linea verde
image55461
luglio 2009
image58691
luglio 2009
image58721
luglio 2009
Foto 3-4-5-: il tratto di strada non rinforzato

La funzione delle geogriglie è prevalentemente quella di intercettare gli sforzi di taglio dovuti alle fessure preesistenti negli strati di pavimentazione sottostanti la quota di loro applicazione, distribuendone l’azione su una superficie più ampia ed evitando o rallentando di molto il formarsi di fessure di “riflessione” nella nuova pavimentazione.

 Le prime due foto nella colonna di sinistra, scattate questo mese (Luglio 2009) a 4 anni esatti dal periodo di installazione delle nuove pavimentazioni, rappresentano il tratto di strada dove sono state posate le geogriglie Hatelit C 40/17: la pavimentazione bituminosa appare perfettamente integra.


Le successive tre immagini mostrano invece lo stato attuale (Luglio 2009) della pavimentazione nel tratto non rinforzato, tra Corso Tazzoli e Via Settembrini, davanti ai cancelli dello stabilimento FIAT Mirafiori.

Si può facilmente notare che in questo tratto di strada le fessure si sono ampiamente ricreate in corrispondenza esatta dei giunti tra i quadroni di calcestruzzo sottostanti, formando solchi centimetrici presenti su tutta la pavimentazione.

I primi fenomeni di reflective cracking in questo tratto si sono resi visibili circa 10 mesi dopo la posa, nell’Aprile-Maggio 2006 (ultima immagine in basso), già con manifestazioni diffuse su tutta la pavimentazione e con fessure visibili su tutta la lunghezza dei giunti tra le lastre in calcestruzzo sottostanti.

linea verde
 image58771
maggio 2006
Foto 6-: il tratto di strada non rinforzato a meno di 1 anno dall’applicazione

Il caso rappresenta un esempio perfetto del comportamento delle geogriglie Hatelit, confermando innumerevoli altri casi applicativi e test di laboratorio riportati nella documentazione del prodotto: l’Hatelit è in grado di aumentare la vita utile della pavimentazione stradale, a parità di stratigrafia applicata, di almeno 4-5 volte rispetto alla vita utile della stessa pavimentazione non rinforzata.
LOCALITA' / Borgaro Torinese (TO).

 

Home case histories Case histories Rinforzo asfalto dopo 4 anni dall’applicazione