/Rinforzo di pavimentazioni bituminose

punto elenco TIPOLOGIA DI INTERVENTO /rinforzo di pavimentazioni bituminose su sottofondo in calcestruzzo.
punto elenco LOCALITA' /Torino, Corso Agnelli - tratto tra C.so Cosenza e C.so Tazzoli.

la situazione dopo 4 anni dalla posa Clicca qui

linea verde
La Città di Torino sta ripavimentando i “Percorsi Olimpici Cittadini” con una serie di manutenzioni straordinarie dei corsi e delle strade maggiormente interessate.

 Corso Agnelli, nel tratto tra Corso Cosenza e Corso Tazzoli, è stato oggetto di un intervento “pilota”, volto ad evitare la “riflessione” dei giunti i delle fessure esistenti nel sottofondo in calcestruzzo preesistente, all’interno della pavimentazione bituminosa da eseguire.

Nella foto, un dettaglio della sigillatura dei giunti tra i quadroni in cls.

linea verde
Al di sopra della pavimentazione preesistente in calcestruzzo, è stato realizzato uno strato in conglomerato bituminoso di regolarizzazione, dello spessore di circa 3 cm, per creare una superficie piana di posa per i successivi elementi.
Tra calcestruzzo e conglomerato bituminoso è stata applicata una mano d’attacco in emulsione bituminosa cationica instabile modificata con polimeri.

linea verde
La superficie dello strato di regolarizzazione è stata quindi aspersa con emulsione bituminosa cationica instabile non modificata, per ottenere l’attacco con la successiva pavimentazione.
linea verde
 Dopo la rottura dell’emulsione, è stata quindi posata la geogriglia Hatelit C 40/17 che ha la funzione di interrompere la continuità delle fessure e dei giunti sottostanti, ripartendo gli sforzi di taglio che si ingenerano nella pavimentazione bituminosa in corrispondenza di tali discontinuità verticali.

La posa avviene senza bisogno di ancoraggi, sfruttando la perfetta adesione della geogriglia, accoppiata ad un geotessile ultraleggero in polipropilene, sulla mano d’attacco.
linea verde
 I dettagli, come ad esempio i chiusini dei tombini presenti sulla carreggiata, vengono facilmente trattati .
La geogriglia si taglia con un semplice cutter o forbici.
linea verde
 Direttamente sulla geogriglia viene quindi applicato lo strato finale di pavimentazione in conglomerato bituminoso.
L’elevata adesione della geogriglia al sottofondo consente alla vibrofinitrice ed ai camion di cantiere di transitare sulla stessa senza danneggiarla o sollevarla.
linea verde
 Per un’ottimale riuscita dell’intervento, è fondamentale che lo strato applicato sopra la geogriglia non sia mai inferiore a 4 cm di spessore compattati.
linea verde
 La rullatura conclude le fasi di posa della nuova pavimentazione rinforzata.
linea verde
 Corso Agnelli a conclusione dei lavori, eseguiti in 3 giornate su una superficie di circa 9.000 mq.

 

LOCALITA' / Borgaro Torinese (TO).
Home Rinforzo asfalto